Le 3 risposte di BG Service sulla pulizia impianti fotovoltaici
23 Maggio 2018

La mancanza di pulizia dei pannelli solari può causare una perdita di efficienza del 15-20%. Nei casi peggiori possono addirittura verificarsi danni irreparabili che portano alla “morte” prematura dell’impianto.

Se sei proprietario di un impianto fotovoltaico scopri come pendertene cura: BG Service risponde per te a tre domande che ti aiuteranno a programmare e svolgere la pulizia in modo preventivo ed efficace.

La pulizia impianti fotovoltaici è necessaria?

Non solo è necessaria ma, senza dubbio, fondamentale.

Meglio specificare però perché è davvero importante per la superficie dei pannelli. Accumuli di polvere, deiezioni di uccelli, sporcizia e smog si depositano costantemente.

Quando pulire gli impianti fotovoltaici?

In generale è bene programmarne la pulizia almeno una volta all’anno. Tuttavia due interventi sono la soluzione ideale per scongiurare la perdita d’efficienza dell’impianto, di solito effettuati in primavera e in autunno.

La frequenza aumenta se è posizionato:

  • in zona marina
  • vicino ad alberi
  • a ridosso di una zona industriale
  • in luoghi in cui è presente fuliggine
  • dove c’è molto vento

La regola fondamentale è monitorare la produzione di energia grazie all’inverter. Un calo può essere la conseguenza di accumuli di sporcizia e l’intervento repentino è l’unica soluzione da attuare e al più presto possibile.

Come effettuare la pulizia impianti fotovoltaici?

Il comportamento più responsabile è quello di rivolgersi a operatori di settore specializzati.

BG Service offre un servizio di pulizia impianti fotovoltaici con acqua osmotizzata, veloce, economico, efficace ed ecologico. Con aste leggerissime in carbonio e modulabili si lavora da terra, in totale sicurezza. Il risultato sono pannelli solari puliti, senza aloni e pronti per affrontare la loro piena attività!